Sei sicuro di voler affittare un appartamento a Barcellona? In che zona?

dove_affittare_barcellona_zone_prezzi

Sei deciso a realizzare il tuo sogno di affittare  un appartamento tutto per te a Barcellona? Se la tua risposta è sì, avrai bisogno, in media, di 3.000€ per iniziare la tua nuova avventura.

Pagherai in media 17€ al metro quadrato, un 18% in più che l’anno passato.  Mentre se vivi a Madrid pagherai “solo” 14€ al metro quadrato, ben un 20% meno che la capitale catalana. Insomma, noi barcellonesi siamo i più tartassati di Spagna quando cerchiamo un alloggio.

A conti fatti, prepara una media di 735€ mensili, però sappi che in molti casi gli appartamenti ben ubicati e con un minimo di comfort saranno molto più cari e potranno arrivare e/o superare i mille euro. Insomma se per te un balcone, l’ascensore, il riscaldamento, una stanza per gli ospiti ed altri “dettagli” sono assolutamente necessari, preparati a un’uscita mensile sostanziosa dal tuo conto in banca.

Ma la quota mensile non sarà l’unica spesa che dovrai affrontare, nè la più onerosa. Per iniziare la tua nuova vita dovrai pagare una sostanziosa caparra al propietario che, in alcuni casi, potrà essere equivalente al costo di due mensilità dell’affitto. Per legge, la caparra deve essere pari ad un solo mese della quota ma, in caso di abitazioni ammobiliate, il propietario può richiedere 1 mese extra come garanzia per i mobili presenti. Un altro duro colpo alle tue finanze, ma non l’ultimo perchè quando credi di avercela fatta dovrai affrontare un ulteriore salassso. Il mercato degli affitti, a Barcellona, è gestito in buona parte da agenzie immobiliari; quindi, a meno che tu non sia tra i pochi eletti che trattano direttamente con il propietario, dovrai sborsare un’altra quota pari a un mese d’affitto come compenso per l’agenzia immobiliare.

Per concludere questo quadro tutt’altro che idilliaco, tieni presente che, spesso, quando ti presenterai come possibile nuovo inqulino, ti sarà richiesto di presentare la tua busta paga o dichiarazione dei redditi. In questa maniera il proprietario avrà una prova tangibile della tua solvenza e potrà affidarti a cuor leggero il suo prezioso bene immobile.

Niente di nuovo sotto il sole, il boom immobiliario spagnolo si è rimesso in moto. Nonostante la scoppio dell’enorme bolla speculativa di qualche anno fa e il crollo fragoroso del settore, la tendenza allo sfruttamento del mattone come fonte inesauribile di lucro è ripartita. Dietro Barcellona, nella classifica delle città spagnole con gli affitti più salati troviamo: Madrid, San Sebastián, Palma de Mallorca e Bilbao. Se vuoi risparmiare, non ti resta che vivere a Lugo, Ourense o Caceres; le città più convenienti per gli inquilini.

Se sei ancora convinto di voler fare il grande passo, armati di pazienza e cerca di essere reattivo: la domanda di appartamenti è molto alta a Barcellona e le case con una relazione qualità/prezzo decente sono pochi e vengono piazzati in poche ore. Per quanto riguarda la zona da scegliere, nel grafico trovi le zone più care (Sarrià-St Gervasi e Les Corts) e quelle più a buon mercato (Nou Barris e Horta-Guindardò). Per le valutazioni, distretto a distretto, lascio fare a te anche se mi sento di dirti che, se non hai bisogno di essere nel pieno centro, puoi trovare appartamenti ben collegati a prezzi molto più accessibili e in zone meno invase dal turismo.

A livello personale, trovare un appartamento al mio arrivo a Barcellona fu una vera e propria disavventura. Dovetti passare molte notti su un materasso di fortuna a casa di un buon amico catalano e visitare svariati appartamenti per trovarne uno decoroso in una zona non troppo lontana dal centro città.

Mucha suerte o, come dicono qui, bona sort!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *