Chi paga il conto degli indipendentisti?

Il referendum illegale d’Ottobre, secondo la procura, ha avuto un costo di oltre 6 milioni di euro. Per non parlare del minstero degli esteri catalano (con tanto di ambasciate) che ci è costato 23 milioni e dei 2 milioni spesi per Diplocat, organismo che promuove la proiezione internazionale della Catalogna. Per l’anno 2017 erano stati stanziati ben 40 milioni per rafforzare le azioni e le campagne all’estero del governo catalano. Poi ci sono i milioni di euro ricevuti dalle associazioni indipendentiste foraggiate nel corso degli anni da generosi finanziamenti.  Il conto di questa commedia lo Leggi tutto

Voi sopportereste dei tipi cosí?

Hola, sono un emigrante 2.0. Niente a che vedere con quegli italiani baffoni e malvestiti che si ammucchiavano su barconi transoceanici o treni diretti in Germania. Io mi imbarco su voli low cost con un trolley dalle misure imposte e indosso la nuova moda a basso costo di Zara o H&M. Non ho lasciato la patria per fame, ma per scelta. I prezzi gonfiati dall’euro sono solo un danno collaterale; l’Europa unita per me significa, indiscutibilmente, un mare di opportunitá fuori dai confini nazionali.
Gli spagnoli sono troppo avanti; loro si che sanno godersi la vita. Adoro le … Leggi tutto

Compagni di scuola

Di nuovo a Roma per poche ore, questa volta per celebrare una cena di vecchi compagni di scuola. Incontrarsi dopo dieci anni rende queste riunioni piú imprevedibili di qualsiasi copione cinematografico o romanzo d’avventura. Riannodare, anche se per poche ore, la propria esistenza con i compagni di liceo è un’esperienza imperdibile per condividere le alterne fortune delle nostre vite.
Inevitabilmente il discorso scivola su temi professionali e scopro che il cammino che avrebbe intrapreso ognuno di noi, in fondo, era prevedibile. Chi dimostrava inquietudine in quegli anni, continua ad essere perennemente insoddisfatto e alla ricerca. I piú conformisti si … Leggi tutto

Il prezzo da pagare per inseguire un sogno

italiano_esteroSe vivi all’estero, è possibile che, quando sei in patria, uno sconosciuto ti dica: “Certo che stai bene in Spagna, arrivi e ti fanno lavorare in tv”.
Sono reduce dall’ennesimo viaggio lampo a Roma. Solita levataccia, un rumoroso volo low cost e interminabili abbuffate familiari. Durante una cena, tra una barzelletta ed un allegro brindisi, il classico amico di amici, ha dilettato la tavolata con la battuta di cui sopra. Ascoltandola ho riso, cosí come i commensali; ma una volta a casa ho iniziato a ricordare i miei inizi a Madrid.
Arrivare in Spagna, senza nessuno importante ad attenderti, … Leggi tutto