Affittare costa troppo? Così ti aiutano il comune di Barcellona e Madrid.

OcchioPidocchio torna a parlare di affitti. Nel mio ultimo post vi ho raccontato come il mercato immobiliare spagnolo sia tornato ad essere una giungla speculativa. Oggi, vi racconto come, nelle due grandi città di Spagna in cui ho vissuto, l’amministrazione locale cerca di supportare gli inquilini alla ricerca di alloggio. Personalmente, al mio arrivo a Barcellona, ho trovato un appartamento più che decente ad un prezzo inferiore alla media della città. Questo sì, per ottenerlo, ho dovuto ricorre all’intercessione di un amico locale con un suo vecchio conoscente che ha avuto la bontà di propormi  la sua casa … Leggi tutto

Il mio trasferimento da Madrid a Barcellona ed il concerto di Andrés Calamaro

arrivo_difficile_madrid_barcellona_concerto_andres_calamaro

Una macchina piena zeppa di scatoloni, buste formato maxi da ipermercato, il mio PC, varie cianfrusaglie e una chitarra. Così fu il mio arrivo a Barcellona, una domenica pomeriggio di Novembre sotto una sottile pioggerella.

Non fu semplice smantellare la mia vita precedente a Madrid, in sei anni la capitale spagnola mi aveva dato più di quello che avessi potuto immaginare quando emigrai dall’Italia qualche anno prima. Ma era ora di uscire dalla zona di comfort, di reinventarsi con un nuovo lavoro e di ricominciare da capo a Barcellona. Il primo impatto con la città fu … Leggi tutto

Ricomincio da Barcellona

Cinque anni dopo aver mollato tutto ed essere volato da Roma a Madrid con un biglietto di sola andata, ci sono cascato di nuovo. Altro viaggio a senso unico, questa volta da Madrid a Barcelona.

Il cambio è stato netto, basta televisione e giornalismo d’inchiesta per un lavoro di comunicazione e marketing in una multinazionale della moda. Un altro mondo, forse meno eccitante ma più tranquillo e senza tanti rischi per il corpo e per la mente. Niente manifestazioni di protesta, cariche della polizia, inchieste rischiose e vita da reporter, senza orari né garanzie. … Leggi tutto

Il mio cammino di Santiago

camino_santiago_occhioIl mio è un lavoro sui generis, e capita che un giovedí ti convochino a una riunione e ti dicano, senza mezzi termini, che devi obbligatoriamente prenderti una settimana di ferie per non arrivare alla fine dell’anno con troppi giorni liberi accumulati. Qualche collega l’ha presa male, e in effetti ognuno dovrebbe poter disporre dei giorni di vacanza senza obblighi. Per me, comunque, le vacanze forzate si sono trasformate in un’occasione per fare qualcosa che avevo in mente da un bel po’: il cammino di Santiago.
Dopo un breve tour presso un negozio specializzato per procurarsi l’occorrente minimo … Leggi tutto