Una radio italiana in Spagna mai partita ed un mentore inaspettato

Ci sono incontri fortuiti che cambiano per sempre il corso del tuo destino. Dodici anni fa, vivevo ancora a Roma e il mio ennesimo rinnovo contrattuale con la radio per la quale lavoravo da varie stagioni tardava ad arrivare. In me cresceva ogni giorno di più il desiderio di emigrare in Spagna, paese che avevo scoperto durante il mio Erasmus a Salamanca.

Quando conobbi Giuseppe, il mio sogno di scappare dall’Italia era accompagnato dall’inevitabile incertezza di quello che avrei trovato una volta partito. Giuseppe viveva e lavorava da molti anni a Madrid ma ci incontrammo a Roma, per … Leggi tutto

Continue reading

Il mio primo lavoro in radio

Il decennio passato, quando ancora vivevo in Italia e cercavo di costruirmi un futuro in patria, ebbi l’enorme privilegio di lavorare in uno dei luoghi più affascinanti dove un aspirante giornalista può muovere i  primi passi: la radio.

Avevo appena finito i miei studi universitari ed ero ancora scottato per il trattamento che mi aveva riservato la commissione durante la discussione della tesi di laurea. Pensavo che i due decimi in meno che avevano attribuito al mio voto di laurea avrebbero determinato il mio futuro professionale. Un’ arrabbiatura dettata dall’inesperienza e dalla foga della gioventù; oggi so per certo … Leggi tutto

Compagni di scuola

Di nuovo a Roma per poche ore, questa volta per celebrare una cena di vecchi compagni di scuola. Incontrarsi dopo dieci anni rende queste riunioni piú imprevedibili di qualsiasi copione cinematografico o romanzo d’avventura. Riannodare, anche se per poche ore, la propria esistenza con i compagni di liceo è un’esperienza imperdibile per condividere le alterne fortune delle nostre vite.
Inevitabilmente il discorso scivola su temi professionali e scopro che il cammino che avrebbe intrapreso ognuno di noi, in fondo, era prevedibile. Chi dimostrava inquietudine in quegli anni, continua ad essere perennemente insoddisfatto e alla ricerca. I piú conformisti si … Leggi tutto

La gente è strana quando sei uno straniero

Cantava Jim Morrison: “La gente è strana quando sei uno straniero. I volti ti guardano disgustati quando sei solo”. Anni fa, con il timore derivante dalle saggie parole del leader dei Doors, atterrai a Barajas per iniziare la mina nuova vita spagnola.
La realtá si è rivelata molto diversa, e il mio impatto in terra straniera è stato tutt’altro che traumatico. L’italiano non deve confrontarsi con diffidenze e sospetti; viene trattato e giudicato come un immigrato sui generis. Niente a che vedere con senegalesi, ecuatoriani o rumeni che arrivano in Spagna affamati, provati e a volte disperati. Nonostante … Leggi tutto